Quale gas serra ha il potenziale serra più forte?

Sebbene la CO2 sia il gas serra più discusso, ce ne sono altri che sono molto più potenti.

I gas serra come il biossido di carbonio e il metano sono in gran parte trasparenti alla luce visibile ma assorbono molto bene la luce infrarossa. Proprio come la giacca che indossi in una giornata fredda, rallentano la velocità con cui la Terra perde calore nello spazio, aumentando la temperatura della superficie terrestre. Non tutti i gas serra sono creati uguali, e alcuni sono più efficaci nel rallentare la perdita di calore rispetto ad altri.

Potenziale di riscaldamento globale

Molti fattori entrano in gioco quando si determina quanto potente sia un gas serra. La sua durata di vita nell'atmosfera è importante - una sostanza chimica che si rompe rapidamente dovrebbe contribuire meno al cambiamento climatico a lungo termine di una sostanza chimica che persiste per un lungo periodo di tempo, per esempio. Anche la capacità chimica di assorbire nell'infrarosso e le lunghezze d'onda a cui assorbe meglio la luce a infrarossi sono importanti. Una misura comune è il potenziale di riscaldamento globale, o GWP, che misura la capacità di una quantità predeterminata della sostanza chimica di intrappolare il calore in un determinato periodo di tempo, in genere 100 anni. Una vita più lunga e un assorbimento migliore si traducono in un GWP più elevato.

Gas fluorurati

Alcuni dei più potenti gas serra in termini di GWP sono gas fluorurati come idrofluorocarburi, perfluorocarburi e esafluoruro di zolfo. Questi gas hanno una durata molto lunga nell'atmosfera e assorbono molto bene nello spettro dell'infrarosso. Con un GWP di 23.900, l'esafluoruro di zolfo è il più potente di tutti i gas serra. È utilizzato nella produzione di magnesio e nella produzione di semiconduttori. Anche gli altri gas fluorurati hanno alti GWP ma non riescono a rivaleggiare con l'esafluoruro di zolfo. Gli idrofluorocarburi hanno GWP che vanno da 140 a 11.700, mentre i perfluorocarburi hanno GWP che vanno da 6.500 a 9.200. Sono utilizzati come refrigeranti al posto dei clorofluorocarburi poiché i clorofluorocarburi danneggiano lo strato di ozono e sono stati vietati.

Contributo totale

Sebbene l'esafluoruro di zolfo sia il più potente di tutti i gas serra conosciuti, il suo contributo complessivo all'effetto serra è attualmente inferiore a molti altri gas serra perché questo gas è stato rilasciato solo in piccole quantità. Secondo il gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici, dal 2005 le concentrazioni atmosferiche della molecola erano vicine a 5,6 parti per trilione, rispetto alle concentrazioni di CO2 di circa 379 parti per milione. Nondimeno, dal momento che le emissioni di esafluoruro di zolfo del gas sono così potenti, sono particolarmente preoccupanti.

Aumenti

Insieme agli altri gas fluorurati, le concentrazioni di esafluoruro di zolfo nell'atmosfera stanno aumentando e così anche il loro contributo all'effetto serra. Le loro vite nell'atmosfera sono misurate in millenni e sono insolitamente buone per assorbire la radiazione infrarossa. Le concentrazioni di esafluoruro di zolfo sono aumentate da 4,1 parti per trilione alla fine degli anni '90 fino a 5,6 ppt nel 2005. L'emissione di esafluoruro di zolfo negli Stati Uniti è in calo, ma le emissioni di idrofluorocarburi sono in aumento.

Condividi Con I Tuoi Amici