Disastri naturali nelle foreste pluviali

Il fiume Amazon si snoda attraverso una delle foreste pluviali più grandi del mondo.

Le foreste pluviali tropicali sono importanti per l'umanità moderna, a causa dell'estrema diversità delle risorse biofarmaceutiche e del loro contributo all'ecologia globale. L'80% della biodiversità mondiale è contenuta nelle foreste pluviali tropicali. Queste biosfere uniche esistono a 28 gradi nord o sud dell'equatore, formando un ambiente lussureggiante in cui prospera la vita. Le foreste pluviali sono particolarmente suscettibili agli estremi cambiamenti climatici e alle intemperie.

Allagamento

A differenza delle zone temperate della Terra, le aree della foresta pluviale consistono in due stagioni: piovosa e secca. Durante le stagioni piovose, le precipitazioni ininterrotte possono durare giorni o settimane. Ciò provoca massicce inondazioni di pianure, argini e così via, alimentando laghi e fiumi che aiutano a sostenere il clima equatoriale.

Siccità

A causa dell'estrema umidità e umidità dell'ambiente della foresta pluviale, la siccità è relativamente rara nelle aree della foresta pluviale. Tuttavia, quando si verificano, sono estremi. Nel 2005, una cosiddetta "siccità di 100 anni" ha colpito l'Amazzonia, uccidendo molti alberi e liberando milioni di tonnellate di CO2 nell'atmosfera.

frane

Un sottoprodotto di precipitazione costante è terreno molto sciolto, molto umido e sedimenti. Ciò può portare a instabilità nelle aree collinari o ripide in cui la terra collassa e precipita in un movimento discendente. Se guadagnano abbastanza slancio, possono essere molto distruttivi per le aree circostanti. Alcuni ricercatori ipotizzano che la deforestazione causi parte di questa attività, a causa della rimozione dei sistemi di radici che aiutano a legare la terra allentata sul posto.

Incendi boschivi

Gli incendi boschivi possono essere spontanei o creati dall'uomo. In condizioni di siccità, il caldo estremo e la siccità combinati con uno strato sottile di baldacchino e la decomposizione, la massa infiammabile sul suolo della foresta può innescare incendi spontanei che possono bruciare fino a quando non sono naturalmente esauriti o estinti dall'arrivo della pioggia. Molti incendi provocati dall'uomo sono il risultato di attività di deforestazione, che distruggono deliberatamente vaste aree di foresta per creare terreni coltivabili.

Condividi Con I Tuoi Amici