Tossicità Microban

Molti prodotti per la casa di uso comune contengono triclosan, commercializzato come Microban e, a volte, Biofresh.

Microban è un marchio registrato per l'agente antimicrobico triclosan. Triclosan viene utilizzato in un'ampia gamma di prodotti per la cura della casa e della persona. Questi includono detergenti, dentifricio, sapone, collutorio, creme da barba e deodoranti. Può anche essere trovato in prodotti di plastica, come stoviglie e giocattoli. Triclosan viene lavato a valle degli scarichi nelle fognature comunali. Dall'impianto delle acque reflue, si fa strada negli ecosistemi acquatici, nell'acqua potabile e nel suolo che viene fertilizzato con i fanghi di depurazione trattati, noti anche come "biosolidi".

Organismi acquatici

Gli effetti del triclosan sugli ecosistemi acquatici sono stati ben studiati. È stato dimostrato che il triclosan inibisce la crescita, la riproduzione e la fotosintesi delle piante acquatiche. Gli effetti noti sugli animali acquatici comprendono morte, inibizione della crescita, ridotta mobilità e bassa fertilità. La suscettibilità degli animali acquatici al triclosan varia a seconda della specie, dell'età, dell'intensità e della durata dell'esposizione. I giovani pesci sono più sensibili al triclosan rispetto ai pesci maturi, e lo stesso vale per le rane africane artigliate. L'esposizione a una bassa concentrazione di triclosan per diversi giorni può avere lo stesso effetto dell'esposizione a un'alta concentrazione nell'arco di 24 ore. È stato dimostrato che il triclosan si accumula nei corpi di pesci, un processo noto come "bioaccumulo", e potrebbe potenzialmente spostare la catena alimentare verso i predatori terrestri, come gli umani e le aquile. Il bioaccumulo eleva la concentrazione di una tossina nell'ambiente, aumentando la probabilità che gli organismi siano esposti a una dose elevata.

Organismi terrestri

Diversi studi hanno dimostrato che il triclosan può essere tossico per i microbi del suolo, i lombrichi e diverse specie di piante da fiore. Questo è un problema serio, poiché questi organismi contribuiscono a importanti processi ecologici, come la decomposizione della materia organica, l'aerazione del suolo, lo scambio di gas e il riciclaggio dei nutrienti. Inoltre, è stato dimostrato che il triclosan si accumula nei tessuti di lombrichi e lumache. Entrambi gli animali sono un'importante fonte di cibo per molte specie di uccelli e mammiferi e sono quindi un percorso attraverso il quale il triclosan può muoversi attraverso la catena alimentare. Il triclosan non sembra essere letale per i mammiferi, ma è stato collegato alla produzione alterata di spermatozoi nei ratti e alla depressione del sistema nervoso nei topi.

Biosolidi e tossicità

I risultati di uno studio pubblicato nel numero di marzo 2011 di "Tossicologia ambientale e chimica" suggeriscono che il danno agli organismi del suolo si riduce quando il triclosan viene applicato come parte di un fertilizzante biosolido. Lo studio ha testato la tossicità del triclosan, combinato nel terreno con biosolidi, su lombrichi e batteri del suolo, e ha scoperto che non vi era alcun effetto a breve termine su nessuno dei due organismi. Gli autori ritengono che i biosolidi si leghino al triclosan, rendendolo meno disponibile nell'ambiente. È importante che i biosolidi vengano applicati con parsimonia al terreno, tuttavia, poiché un'applicazione eccessiva può comportare il drenaggio del triclosan nelle acque sotterranee.

Salute umana

Un articolo di recensione sull'incidenza e la tossicità del triclosan nell'ambiente, pubblicato nel numero di maggio 2012 di "Environmental Science Pollution Research", riporta che il triclosan entra tipicamente nel corpo umano quando vengono applicati prodotti per la cura personale o vengono ingeriti prodotti per l'igiene orale. Vi sono prove che l'esposizione al triclosan causa irritazione cutanea, ma nessuno studio ha indagato se il triclosan è trattenuto nel tessuto umano o se si rompe nel corpo producendo sottoprodotti chimici pericolosi. Studi di laboratorio hanno dimostrato che il triclosan aumenta la resistenza dei batteri che causano malattie ad altri agenti antibatterici, come la penicillina. Sulla base dei risultati degli studi sugli animali, vi è evidenza che il triclosan potrebbe interrompere il sistema endocrino umano, causando problemi di sviluppo e riproduttivi.

Condividi Con I Tuoi Amici