Come usare la tavola periodica

Usa la tavola periodica

La maggior parte delle persone che non hanno familiarità con la chimica non hanno una buona conoscenza della tavola periodica degli elementi. È incredibile sapere come ognuno di questi elementi ha un ruolo nelle nostre vite. Una semplice molecola come l'acqua può essere compresa osservando e usando la tavola periodica.

Il layout della tavola periodica è molto importante per la sua comprensione. È stato disposto in modo che gli elementi vadano ordinati per numero atomico. Il numero atomico è il numero di protoni ed elettroni in un atomo neutro. L'idrogeno, il primo elemento sul tavolo, ha un numero atomico di uno. Affinché questo elemento sia neutro deve avere un protone (+) e un elettrone (-). Un altro esempio è l'ossigeno. L'ossigeno ha un numero atomico di 8. Ciò significa che ha 8 protoni totali (+) e 8 elettroni totali (-). Mentre ci muoviamo su e giù per la tavola periodica, aggiungiamo protoni ed elettroni.

Ora che capisci qual è il numero atomico, vediamo come sono disposti gli elettroni di un elemento. Gli elettroni sono organizzati dagli orbitali. Gli orbitali sono una "casa" di elettroni. Pensa agli orbitali come a un condominio. Il primo piano ha l'energia più bassa ed è il s-orbitale. Il secondo piano ha un po 'più di energia e sono gli orbitali p. Il terzo piano ha ancora più energia e sono gli orbitali d, così via e così via.

Gli elettroni sono disposti in modo tale che entrino prima in un orbitale con l'energia più bassa. Per esempio, l'ossigeno che ha 8 elettroni, avrà due orbitale 1S, due orbitali 2S e quattro orbitali 2P (x, y, z). Il problema degli elettroni è che HATE deve essere associato nello stesso orbitale. Poiché ci sono un totale di sei possibili posizioni nel 2P orbitale (2 in x, 2 in y, e 2 in z) e solo quattro elettroni, due di questi saranno disaccoppiati. Questi elettroni spaiati sono quelli che sono usati per "legarsi" con altri elementi. Sono chiamati elettroni di valance.

Per capire come gli elettroni si legano insieme diamo un'occhiata all'acqua (H2O). Osservando la tavola periodica vediamo che l'idrogeno ha un numero atomico di uno. Ciò significa che ha un elettrone nel suo orbitale 1S. Ora, poiché questo elettrone non è abbinato, può essere usato per l'incollaggio. L'ossigeno che conosciamo dal passaggio 3 ha 2 elettroni spaiati per l'incollaggio. L'acqua consiste di 2 elementi di idrogeno e un elemento di ossigeno. Ciò significa che possiamo creare un "ibrido" prendendo i due elettroni dall'idrogeno e legandoli con i due elettroni dall'ossigeno. In questo modo eliminiamo tutti gli elettroni liberi e la molecola è ora stabile.

Ora che sai come legare insieme elementi semplici, diamo un'occhiata al concetto di elettronegatività (io userò e-neg in breve). E-neg è una misura di quanto sia elettronegativo un elemento. In altre parole, è una misura di quanto a un elemento piace tirare gli elettroni verso se stesso. E-neg aumenta e verso destra sulla tavola periodica. Il fluoro è l'elemento più elettronegativo e tende a tirare tutti gli elettroni verso se stesso. Questo concetto è ciò che rende l'acido fluoridrico (HF) un acido così forte. L'unico elettrone solitario sull'idrogeno viene tirato verso il fluoro così tanto che l'idrogeno può essere rimosso da un altro elemento molto rapidamente. Più facile è rimuovere un idrogeno da una molecola, più sarà acido.

Ogni volta che hai una possibilità, siediti e prova a disegnare gli orbitali per ogni elemento e vedi quanti elettroni spaiati si presentano. Se riesci a padroneggiare la tavola periodica, puoi padroneggiare la chimica!

Mancia

Questo articolo doveva essere una rapida spiegazione. Avrai bisogno di leggere su orbitali e acidi per ottenere una migliore comprensione.

Condividi Con I Tuoi Amici