In che modo l'altezza influisce sul tempo?

Praticamente tutto il tempo terrestre si verifica nella troposfera, che contiene circa il 75 percento della massa totale dell'atmosfera e circa il 99 percento del vapore acqueo. La troposfera si estende da terra a un'altezza di circa 10 miglia (16 chilometri) all'equatore e 5 miglia (8 chilometri) ai poli. In media, sorge appena un po 'più alto del Monte. Everest. In tutta la troposfera, la temperatura e la pressione atmosferica diminuiscono all'aumentare dell'elevazione, quindi la pioggia e la neve sono più comuni a quote più alte che a livello del mare. Una volta superata la tropopausa, o lo strato superiore della troposfera, e si entra nella stratosfera, la temperatura inizia ad aumentare con l'elevazione, ma l'aria è troppo sottile per creare modelli meteorologici a quell'altezza.

TL; DR (Troppo lungo, non letto)

Il clima nella parte superiore della troposfera tende ad essere più freddo, ventoso e più umido che a quote più basse.

Gradiente di temperatura medio

Gli strati superiori dell'atmosfera riflettono gran parte dell'energia del sole nello spazio, ma l'energia che non è riflessa raggiunge il suolo e la riscalda. Questo calore viene assorbito dall'aria a livello del suolo e le temperature sono più elevate lì. All'aumentare dell'elevazione, la temperatura scende a una velocità media di 3,6 gradi Fahrenheit per 1.000 piedi (6,5 gradi Celsius per 1.000 metri). La temperatura a un'altitudine di 25.000 piedi (7.620 metri) è, in media, 90 F (50 C) più fredda di quella a livello del mare, motivo per cui gli alpinisti hanno bisogno di tanto attrezzi per il freddo.

Vento, pioggia e neve

L'aria calda è più leggera dell'aria fredda, quindi l'aria al livello del suolo tende a salire, spostando l'aria fredda a quote più elevate, che cade. Questo crea correnti di convezione in tutta la troposfera, e sono più predominanti a quote più elevate, dove l'aria è meno densa e può muoversi più liberamente. Di conseguenza, i venti sono più forti a quote più elevate. Le temperature più fredde ad altitudini più elevate creano anche precipitazioni, poiché l'aria fredda non può trattenere la stessa quantità di umidità dell'aria calda. L'umidità condensa dall'aria come neve e ghiaccio, e cade a terra. A quote più basse, dove la temperatura è calda, si trasforma in pioggia, ma ciò non accade a quote più elevate dove la temperatura non è aumentata al di sopra del punto di congelamento.

L'effetto montagna

Le correnti di convezione causate dallo scambio di aria calda e fredda fluiscono verso l'alto lungo i versanti alari dei pendii montuosi, creando forti correnti parassite vicino alle cime. L'acqua si condensa dall'aria ad altezze elevate e forma delle nuvole, che spesso coprono picchi alti e le nascondono del tutto. La pioggia e la neve cadono mentre le nuvole si saturano di umidità. Le precipitazioni si combinano con i venti forti per creare frequenti condizioni meteorologiche tempestose. Nel frattempo, sul lato sottovento dei pendii montuosi, le condizioni sono spesso insolitamente secche, perché le nuvole che arrivano lì non hanno abbastanza umidità per la condensa.

Livelli di inversione

La superficie della terra non è uniformemente calda, e di notte, o vicino alla costa del mare, la temperatura del terreno può essere più fredda di quella a quote più elevate. L'aria fredda non sale, quindi l'aria diventa stagnante. Questa condizione, che è chiamata livello di inversione, può persistere per giorni o settimane alla volta e quando si verifica in prossimità di un'area urbana, può intrappolare lo smog e gli inquinanti, creando condizioni pericolose per le persone con sensibilità respiratoria.

Condividi Con I Tuoi Amici