In che modo i colori vivaci fanno appello ai bambini?

Un bambino che gioca su una colorata palestra nella giungla al parco.

I bambini tendono ad essere attratti dai brillanti colori a blocchi della ruota dei colori piuttosto che dai pastelli o dalle miscele tenui. I colori primari rosso, giallo e blu e i colori secondari verde, arancione e viola, sono più accattivanti delle tonalità chiare di rosa e beige o di tonalità neutre di grigio e marrone. Per questo motivo, le industrie alimentari e delle bevande, così come l'industria dei giocattoli, usano colori brillanti per commercializzare i prodotti per bambini.

L'appello dei colori brillanti

Una vista aerea di un giovane ragazzo dipinto a un tavolo da disegno.

I bambini preferiscono i colori più brillanti fin da piccoli perché i loro occhi non sono ancora completamente sviluppati. Percepiscono questi colori meglio di tonalità più deboli. Colori brillanti e colori contrastanti risaltano maggiormente nel loro campo visivo. Mentre i bambini si sforzano costantemente di dare un senso ai loro ambienti, gli oggetti che sono rigidi e luminosi sono più stimolanti e interessanti. Uno dei primi modi in cui imparano a ordinare le cose è il colore, i colori sono alcune delle prime parole che tendono ad apprendere, ed è per questo che i colori di base facilmente identificabili si rivolgono ai bambini.

Colore e umore

Ragazza che esamina giocattolo variopinto nel deposito

I medici capiscono che il colore influenza le emozioni e può avere un effetto significativo sullo sviluppo dei bambini. Colori più caldi come l'arancione e il giallo portano felicità e comfort. È noto che il rosso aumenta la frequenza cardiaca e quindi aumenta la vigilanza e l'appetito, mentre i colori più freddi come il blu e il verde tendono ad avere un effetto calmante. Insegnanti e genitori possono considerare il modo in cui il colore influenza gli stati d'animo dei bambini quando progettano le loro aule o le camere da letto.

Colore e associazioni

Giovane ragazzo che gioca con la macchinina gialla.

I bambini imparano fin da giovani ad associare i colori a oggetti particolari. Ad esempio, associano spesso il rosso con le mele, l'arancione con l'arancia, il giallo con le banane o il sole, il verde con l'erba, il blu con il cielo o l'acqua e il viola con l'uva. È anche noto che i colori vivaci hanno associazioni più profonde. Per esempio, il rosso è spesso collegato alla passione, verde alla natura e blu alla tristezza.

Condividi Con I Tuoi Amici