Fatti su Vulcanologia

Mt. Il Vesuvio è considerato uno dei vulcani più pericolosi del mondo.

Lo studio dei vulcani, noto come vulcanologia, consente agli scienziati di considerare ed esplorare conoscenze potenzialmente utili o produttive, o fatti importanti per comprendere queste montagne infuocate. Lo studio dei vulcani offre uno spaccato dello sviluppo planetario della Terra e consente alle parti interessate di esplorare l'impatto di elementi naturali estremi su varie civiltà di persone. Un vulcano infame, il monte. Il Vesuvio, in Italia, ha avuto un forte impatto con la gente spaccando lava su due città romane nel suo bacino e uccidendo migliaia di persone catturate nel suo percorso.

Storia

Tradotto dalla lingua latina, la parola "vulcano" si crede per onorare e rappresentare il romano "Dio del Fuoco". Originariamente i Romani usavano questa parola per esprimere i loro sentimenti e pensieri quando descrivevano il Monte. L'Etna, una montagna vulcanica in Sicilia, credevano rappresentasse la fucina di Vulcano. Gli antichi greci credevano anche che il dio del fuoco che chiamavano Efesto vivesse sotto il monte. Etna. Durante il Medioevo molte persone pensavano che i vulcani fossero l'entrata nel mondo sotterraneo del fuoco.

Tre tipi totali

La prima cosa da imparare quando inizi a studiare i vulcani, la loro storia e come attivano o interagiscono con la natura, in generale, è che ci sono tre tipi di essi. I vulcani scudo ospitano flussi di lava a bassa viscosità, che assicurano loro di correre molto larghi e hanno fianchi inclinati. Gli stratovulcanoes (o compositi) raggiungono alte nel cielo e vantano cenere, rocce e vari tipi di lava. L'ultimo tipo di vulcano è chiamato cono di cenere, a causa delle sue dimensioni generali più piccole e delle eruzioni di breve durata.

Fasi multiple di azione

Tutti i vulcani rientrano in tre categorie di ombrello in termini di quanto spesso o quando si verificano attività. La prima categoria è etichettata come "attiva", il che significa che il vulcano in questione ha avuto un'eruzione in tempi storici noti agli scienziati negli ultimi mille anni. Classificazione "dormiente" significa che il vulcano è anche scoppiato durante i periodi storici ma non di recente. Un vulcano dormiente è inattivo, ma non è estinto. Un vulcano "estinto" è un vulcano che è scoppiato in qualche punto della storia, ma non è più previsto che esploda di nuovo.

Formazione

Prima di diventare noto come un vulcano, un vulcano era semplicemente una terra che si ergeva sopra il resto del terreno pianeggiante intorno a esso quando il materiale caldo proveniente dal basso, chiamato magma, si ergeva e perdeva nella crosta. Una volta che una di queste masse di terre esplose divenne ufficialmente identificabile come un vulcano e divenne più alta. Successivamente, ogni volta che è scoppiata dopo l'eruzione iniziale, ha continuato a crescere in altezza. Più alto è il vulcano che raggiunge il cielo, più potenti le sue eruzioni hanno il potenziale per diventare.

Condividi Con I Tuoi Amici