Fattori biotici nei deserti

Gli animali e le piante del deserto si sono evoluti in modi che consentono loro di sopravvivere in condizioni difficili.

Le scarse precipitazioni e gli alti tassi di evaporazione nei paesaggi desertici si combinano per formare un ambiente molto secco o arido. I deserti ricevono la maggior parte delle loro precipitazioni annuali durante una singola stagione, quindi le piante e gli animali devono sopportare lunghi periodi di siccità. Tuttavia, gli ambienti desertici non sono sempre caldi. I deserti si possono trovare in alta quota e nelle regioni polari, dove l'acqua è congelata per la maggior parte dell'anno. I deserti ospitano una gamma sorprendentemente diversificata di piante e animali, i cui adattamenti fisici, fisiologici e comportamentali li aiutano ad affrontare le dure condizioni.

Risparmiare acqua

La conservazione dell'acqua è vitale per sopravvivere nel deserto. Le piante del deserto conservano l'acqua minimizzando la perdita d'acqua attraverso la superficie delle loro foglie. Molti hanno la capacità di chiudere i pori delle foglie, chiamati stomi, attraverso i quali si scambiano gas e acqua, durante le condizioni di siccità. Le piante del deserto possono persino fotosintetizzare di notte, in modo che gli stomi non siano aperti durante la calura del giorno. Molte piante del deserto, come il fragolino, riducono la temperatura delle loro foglie riflettendo la luce del sole con una fitta copertura di peli. Le piccole foglie sono un altro modo per ridurre la perdita d'acqua. Uno dei migliori esempi di una pianta a foglia piccola è il cactus, che ha ridotto le sue foglie alle punte. Anche alcune piante del deserto immagazzinano acqua. Questi includono piante succulente, come aloe e cactus di canna, che hanno steli o foglie contenenti cellule spugnose che assorbono acqua e piante con depositi sotterranei, come bulbi e rizomi.

Strategia di vita annuale

Una strategia comune di prevenzione della siccità adottata dalle piante del deserto è un ciclo di vita annuale. Le piante annuali germogliano e crescono durante la stagione delle piogge. Quando il terreno si secca, le annuali producono semi e poi muoiono. I semi giacciono dormienti nel terreno durante la stagione secca. Gli annuali includono molte specie di erbe e fiori selvatici. Le piante annuali crescono spesso sotto arbusti del deserto, che forniscono ombra, e attingono acqua alla superficie, dove possono essere raggiunte dalle annuali con radici poco profonde. I cespugli spinosi proteggono le annuali dagli animali al pascolo.

Comportamento animale

Gli animali del deserto hanno sviluppato comportamenti che aiutano a regolare la temperatura corporea e ridurre la perdita di acqua dal corpo. Le tane sotterranee isolano gli animali dal caldo e dal freddo. Nei deserti freddi, molti mammiferi si accalcano nelle tane di notte per condividere il calore del corpo. Animali più grandi, come zebre e leoni, sono troppo grandi per adattarsi alle tane. Nei deserti caldi, alcuni scavano buche in modo che possano giacere sulla terra più fredda sotto la superficie. Quasi tutti gli animali ripareranno dal sole durante la parte più calda della giornata, se l'ombra è disponibile. Coyote, linci, scoiattoli antilope e ratti canguro, insieme a molte altre creature del deserto, sono più attivi di notte quando l'aria è fresca.

Adattamenti fisici e fisiologici

Gli animali del deserto sono fisicamente e fisiologicamente adattati al loro ambiente. Gli animali che vivono lontano dall'acqua, come l'orice arabo e molti uccelli e rettili, ricevono la maggior parte dell'acqua di cui hanno bisogno dal loro cibo. L'acqua addizionale può essere prodotta quando il cibo e il grasso corporeo vengono metabolizzati dalle cellule del corpo, un processo noto come respirazione cellulare. La gobba del cammello contiene grasso immagazzinato che può essere usato come fonte d'acqua durante i lunghi viaggi. Uccelli, insetti e rettili sono in grado di conservare acqua espellendo rifiuti altamente concentrati, chiamati acido urico. Molti animali del deserto, come le lepri, le giraffe, gli struzzi e le volpi del deserto, aumentano la superficie disponibile per la perdita di calore con orecchie grandi e colli e gambe lunghe. I capelli e le penne degli animali del deserto, trovati in strati spessi su animali come cammelli, pecore del deserto e struzzi, possono isolare sia dal caldo che dal freddo. Sudorazione e ansimando, metodi noti come raffreddamento evaporativo, aiutano molti grandi mammiferi ad accelerare la perdita di calore.

Condividi Con I Tuoi Amici